Radio Logo
RND
Escucha {param} en la aplicación
Escucha Radio 24 - Focus economia en la aplicación
(171.489)
Favoritos
Despertador
Sleep timer
Favoritos
Despertador
Sleep timer
Página inicialPodcastsEconomía
Radio 24 - Focus economia

Radio 24 - Focus economia

Podcast Radio 24 - Focus economia
Podcast Radio 24 - Focus economia

Radio 24 - Focus economia

Guardar

Episodios disponibles

5 de 30
  • Classifica degli sprechi
    Come ogni venerdì, torna la poco invidiabile classifica con la Top Five degli sprechi di risorse pubbliche. Imprese che si rimboccano le maniche Il caso di oggi è Zerynth che supporta le aziende nella digitalizzazione dei processi industriali e nello sviluppo di prodotti connessi e innovativi. La piattaforma di Zerynth è un set completo di strumenti hardware-software progettato per consentire la trasformazione digitale in modo veloce, flessibile e sicuro. Installando i dispositivi di Zerynth in macchinari anche di vecchia generazione, in pochi giorni è possibile avere un impianto connesso e smart. Fisco Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto fiscale, che contiene anche le misure per la sicurezza sul lavoro. È stato rifinanziato per il 2021 con 100 milioni di euro il fondo ecobonus per l'acquisto di veicoli a basse emissioni. I fondi a disposizione sono dunque inferiori rispetto a quanto previsto dalle prime bozze del decreto, dove erano pari a 300 milioni. Ospiti: Gabriele Montelisciani, fondatore di Zerynth, Giorgio Pogliotti, Sole 24 Ore.
    10/15/2021
  • I tre fronti del governo: green pass, lavoro e fisco
    Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha convocato una cabina di regia alle 18. Lo si apprende da fonti governative. Domattina è prevista una riunione del Consiglio dei ministri con al centro le misure sul fisco e sulla sicurezza sul lavoro, ma nell'agenda del governo in questi giorni c'è anche il Documento programmatico di bilancio (Dpb) da inviare a Bruxelles con l'ossatura della manovra. Alitalia, pronta all'atterraggio Oggi decolla l'ultimo volo di Alitalia e cala il sipario su una storia lunga 75 anni con il volo Az 1586. Si chiude così la storia della più grande compagnia aerea italiana.Quando poco dopo le 23 di oggi atterrerà a Roma Fiumicino il volo partito da Cagliari alle 22.05, la vecchia Alitalia lascerà il campo alla nuova Ita, pronta a decollare dal prossimo 15 ottobre. Si parte con 2800 dipendenti e 52 aerei con la previsione del piano industriale di una progressiva crescita della flotta fino a raddoppiarla nel 2025. E' un decollo al minimo nella storia di Az che è arrivata ad avere fino a 20 mila dipendenti. Ospiti: Gianni Trovati, Il Sole 24 Ore, Gianni Dragoni, Il Sole 24 Ore
    10/14/2021
  • Green pass sul luogo di lavoro, a rischio la logistica
    È iniziato il conto alla rovescia per venerdì 15 ottobre, quando per milioni di italiani - dipendenti pubblici, privati e autonomi - entrerà in vigore l'obbligo di green pass sui luoghi di lavoro. In queste 48 ore di vigilia si stanno delineano alcune tensioni. Dai 60mila ancora non vaccinati nell'ambito delle forze dell'ordine ai lavoratori dell'autotrasporto, del settore agricolo, dell'edilizia, ma anche colf e badanti che si sono vaccinati con Sinovac o Sputnik V, entrambi non autorizzati dall Ema, l'Agenzia europea del farmaco, e quindi non validi per ottenere la certificazione verde necessaria per lavorare, i nodi da sciogliere sono più di uno. Il primo punto debole riguarda la logistica e l'autotrasporto. Scenari economici L'Italia cresce più delle attese nel 2021 e migliora anche i suoi conti pubblici. Il Fondo Monetario Internazionale vede rosa per il Belpaese in un contesto di lieve rallentamento della crescita mondiale a causa della variante Delta, dell'ampio divario nell'accesso ai vaccini per il Covid e della minaccia dell'inflazione, sulla quale è necessario vigilare. Per l'Italia il Fondo stima un Pil in aumento quest'anno al 5,8%, ben 0,9 punti percentuali in più rispetto alle stime di luglio, anche se inferiore alle ultime stime del +6% previste dalla nota di aggiornamento del Def. Il debito è atteso calare al 154,8% con un deficit al 10,2%, in miglioramento sulle precedenti previsioni. La revisione al rialzo delle stime dell'Italia - il secondo paese più veloce del G7 dopo la Gran Bretagna che segna un +6,8% quest'anno nonostante la Brexit - si inserisce in un contesto di accelerazione di Eurolandia, attesa crescere nel 2021 del 5%. Rallentano invece gli Stati Uniti per i quali il Pil è stato tagliato di ben un punto percentuale al 6% in seguito al riaccendersi dell'emergenza Covid. In lieve frenata anche la Cina: il Pil del Dragone è stato rivisto al ribasso di 0,1 punti sia per il 2021 sia per il 2022 rispettivamente a +8% e +5,6%. Ospiti: Luigi Merlo, presidente di Federlogistica, Massimo De Donato, conduttore di Container su Radio 24, Fabrizio Pagani, Global Head of Economics and Capital Market Strategy di Muzinich&Co (dal 2014 al 2018 è stato anche capo della Segreteria Tecnica del Mef).
    10/13/2021
  • Il turismo dopo il Covid
    Il 2021 si chiuderà per le strutture ricettive italiane in forte perdita rispetto al 2019, con una perdita di 9,5 miliardi di fatturato. E' quanto stima Federalberghi. "A questo punto dell'anno - afferma il presidente Bernabò Bocca - si può iniziare a stilare un preconsuntivo e la matematica ci dice che purtroppo per le aziende turistico ricettive il 2021 si chiuderà con una perdita consistente, che si può stimare in almeno 165 milioni di pernottamenti e 9,5 miliardi di fatturato". Infatti, da gennaio a settembre 2021 le presenze negli esercizi ricettivi sono diminuite del 40,5% rispetto al corrispondente periodo del 2019, a seguito della diminuzione delle presenze dei turisti stranieri del 62,2% e del calo delle presenze dei turisti italiani del 18,5%, secondo quanto rileva il Centro studi di Federalberghi. Green pass in arrivo Arrivano le indicazioni del Governo per controllare il possesso del Green pass sui luoghi di lavoro, con controlli automatici sia nella Pa sia nel privato. In entrambi i casi, infatti, viene messa a disposizione dei datori di lavoro una app per la verifica quotidiana e automatizzata. È quanto prevede la bozza di Dpcm (su proposta del ministero della Salute, dell Economia e dell innovazione tecnologica) che regola il controllo della certificazione verde in tutti i luoghi di lavoro. Intanto, su proposta del Ministro della pubblica amministrazione, Renato Brunetta, e del Ministro della salute, Roberto Speranza, il presidente del Consiglio ha firmato il dpcm con le linee guida relative all obbligo di possesso e di esibizione della certificazione verde COVID-19 da parte del personale delle pubbliche. Ospiti: Marina Lalli, Presidente Federturismo Confindustria, Corrado Peraboni, a.d. di IEG (Italian Exhibition Group)
    10/12/2021
  • I rincari delle materie prime arriveranno anche sugli scaffali?
    La pandemia lascia in eredità, tra le altre cose, fiammate nei costi di produzione: tensioni sui prezzi delle materie prime e dell'energia, costi della logistica in aumento, fattori climatici.Gli aumenti delle bollette sono ormai certi (+29,8% l'elettricità, +14,4% il gas), ma a preoccupare sono anche i prezzi all'ingrosso dell'agroalimentare, spinti dal caro delle materie prime: +96% il prezzo del grano duro nazionale, che si è riversata sui prezzi all'ingrosso della semola, cresciuti del 90% rispetto a due anni fa; le quotazioni del grano tenero sono in crescita, tanto che il prezzo all'ingrosso della farina è in rialzo del 19% da prima della pandemia; le impennate degli oli vegetali stanno mantenendo elevati anche in Italia i prezzi all'ingrosso degli oli di semi (+69% su settembre 2019). Dietro la notizia A distanza di circa cinque anni dalla pubblicazione dei noti Panama Papers, quando fu trafugato il server dello studio panamense Mossak-Fonseca, è di questi giorni la pubblicazione di una nuova lista "smaschera evasori", i Pandora Papers. Una stima diffusa dall'Icij rileva che la cifra nascosta potrebbe aggirarsi fra i 5.600 e i 32mila miliardi di dollari. Il Fondo monetario internazionale ha dichiarato che il ricorso a paradisi fiscali costa ai governo l equivalente di 600 miliardi di dollari in tasse perse ogni anno. Nobel per l'economia Il Premio Nobel per l'economia 2021 è stato assegnato al canadese David Card, e agli statunitensi Joshua D. Angrist e Guido W. Imbens. Tutti i tre economisti insigniti del premio insegnano negli Stati Uniti, rispettivamente alla University of California (Card), Mit (Angrist) e Stanford (Imbens). Lo ha annunciato la Royal Swedisch Academy, spiegando che i vincitori «ci hanno fornito nuove informazioni sul mercato del lavoro e hanno mostrato quali conclusioni su causa ed effetto si possono trarre dagli esperimenti naturali. Il loro approccio si è diffuso in altri campi e ha rivoluzionato la ricerca empirica». Ospiti: Giorgio Santambrogio, Vicepresidente Federdistribuzione, Alessandro Plateroti editorialista Sole 24 Ore, Pietro Garibaldi, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Torino e Fellow del Collegio Carlo Alberto.
    10/11/2021

Acerca de Radio 24 - Focus economia

Sitio web de la emisora

Escucha Radio 24 - Focus economia, Radio 24 - 100 secondi y muchas más emisoras de todo el mundo con la aplicación de radio.net

Radio 24 - Focus economia

Radio 24 - Focus economia

Descarga la aplicación gratis y escucha radio y podcast como nunca antes.

Tienda de Google PlayApp Store

Radio 24 - Focus economia: Podcasts del grupo

Radio 24 - Focus economia: Radios del grupo

Information

Debido a las restricciones de su navegador no es posible reproducir directamente esta emisora en nuestro sitio web.

Sin embargo, puedes escuchar la emisora en el reproductor emergente de radio.net.

Radio